Allarme-Asteroide-terra

Il 2020 passerà alla storia per i tanti eventi accaduti nell’ultimo periodo. Fin da gennaio l’anno si è rivelato a dir poco disastroso. Si dice “anno bisesto, anno funesto” ma in questo caso le cose sono particolarmente peggiorate. A partire dalla morte di Kobe Bryant, agli incendi in Australia, alla pandemia dettatata dal Covid-19, passando per l’arrivo delle vespe killer, fino ad arrivare all’assassinio di George Floyde. Quest’ultimo evento ha causato a sua volta la rivolta degli americani, il black out della Casa Bianca e la fuga nel bunker di Trump. Dunque non può di certo mancare l’arrivo di un asteroide diretto sull’orbita della Terra.

Allarme Asteroide: a che ora arriverà e a quale distanza?

E così oggi, 6 giugno del 2020 giungerà vicino al nostro pianeta, un asteroide (fortunatamente non dannoso per gli essere umani). Il suo nome è 2002 NN4 (163348 di Classe Aten) e fu scoperto nel luglio del 2002. La roccia spaziale ha un diametro stimato tra i 253 e i 568 metri (un campo da calcio o un grattacielo per intenderci), ciononostante risulta essere piuttosto piccola. Ad ogni modo è comunque più grande di circa il 90% rispetto agli altri asteroidi.

L’allarme giunge dalla Nasa, la quale ha comunicato il suo arrivo intorno alle 5 e 20 con una distanza minima di 5 milioni di chilometri dal nostro pianeta. In astronomia trattasi di passaggio in prossimità, pertanto, l’evento sarà monitorato dall’Agenzia Spaziale americana. Nonostante la definizione del 2002 NNR4 come oggetto “potenzialmente pericoloso”, le possibilità di impatto con la Terra restano basse. Tra l’altro, non cesserà di avvicinarsi all’orbita terrestre, difatti continuerà per più o meno 30 volte per i prossimi decenni.

Non preoccupatevi però, perché non avverrà prima di giugno 2029.