I colossi Netflix ed Apple TV + hanno recentemente deciso di riportare la qualità del proprio streaming alla normalità, ovvero agli standard normali in Europa. La notizia è stata riportata dal sito 9To5Mac.

Le due società, insieme a YouTube, Amazon Prime Video e molte altre, hanno deciso di abbassare la qualità del proprio streaming nel mese di marzo, proprio per evitare un sovraccarico della rete.

 

Netflix riporta la propria qualità streaming ai livelli standard

Inizialmente le società appena menzionate avevano dichiarato di voler abbassare, come richiesto dalla Commissione Europea, la qualità del proprio streaming per almeno 30 giorni. Successivamente senza emettere alcuna dichiarazione i colossi hanno proseguito con la qualità minima, non essendo finita l’emergenza sanitaria causata dal nuovo coronavirus. Ora dopo due mesi, possiamo finalmente annunciare che la qualità è tornata normale.

Secondo il sito 9To5Mac l’abbassamento del bit rate del 25% era arrivato dopo un confronto delle aziende americane con il commissario Ue per il Digitale, Thierry Breton. Anche Apple Tv+. Le piattaforme streaming in questo periodo di epidemia hanno anche sospeso tutte le riprese di film e serie tv in corso, come accennato anche qualche mese fa. La paura degli utenti infatti riguardava soprattutto le serie TV.

Essi non avrebbero voluto un finale di stagione “forzato” e dovuto al blocco delle riprese, ma fortunatamente non è stato così. Piano piano ricominceranno anche le riprese delle serie tanto amate da tutti gli utenti. A questo punto non ci resta che attendere maggiori notizie sulle serie TV che riprenderanno per prime, nel frattempo possiamo goderci tutti i contenuti sbarcati, e ancora in arrivo, per il mese di maggio 2020.