WhatsApp: 3 funzioni e trucchi nascosti che gli utenti non conoscono

Anche se l’emergenza Covid sta colpendo in maniera indiretta anche WhatsApp, la piattaforma di messaggistica istantanea cerca di tener fede ad i suoi progetti per questa prima parte di 2020. Come ampiamente anticipato, nelle prossime settimane gran parte degli utenti con smartphone Android o iPhone riceverà la Dark Mode.

 

WhatsApp ci ripensa e rimanda le pubblicità a non prima del 2021

Dopo tanti rumors ed indiscrezioni, quindi, finalmente gli utenti riceveranno la tanto agognata modalità notturna. Per la conferma di questo upgrade, però, vi è un altro aggiornamento che non vedrà la luce prima di molti mesi. Stiamo parlando dell’arrivo delle pubblicità su WhatsApp.

Dall’autunno dello scorso anno, i leaker avevano garantitol’arrivo di questa novità entro il mese di febbraio. In linea con l’operatori di Instagram o Facebook, anche su WhatsApp la sezione delle Storie sarebbe stata caratterizzata dagli annunci pubblicitari.

Nonostante la quasi certezza della novità, gli sviluppatori di WhatsApp hanno scelto di fare retromarcia. Ad oggi l’arrivo delle pubblicità è rinviato a non prima del prossimo 2021.

A giocare un ruolo principale dietro questo rinvio, ci sono ovviamente le proteste de pubblico. In più occasioni e su più piazze virtuale, gli utenti WhatsApp non hanno nascosto il loro disappunto verso una novità che avrebbe snaturato l’essenza stessa della piattaforma.

Tuttavia vi è anche un’altra motivazione che va analizzata. Con le pubblicità, la chat di messaggistica istantanea cercava una resa economica, divenuta essenziale dopo l’unione nella famiglia Facebook. Ebbene proprio su questo fronte, gli sviluppatori hanno scelto di ottenere maggior tempo per valutare alternative utili alle pubblicità per una sussistenza di WhatsApp.