aumenti operatoriGli aumenti di aprile 2020 sono ormai dietro l’angolo per i clienti in possesso di una SIM di un determinato operatore telefonico, stiamo parlando di coloro che attualmente risultano dipenderete da TIM, la notizia purtroppo non è positiva, in tanti hanno già iniziato a ricevere il temutissimo SMS.

Come sempre accade in occasioni di questo tipo, l’aumento contrattuale rappresenta una modifica unilaterale del contratto, ciò sta a significare che il consumatore avrà pieno diritto di richiedere il recesso anticipato senza dover versare alcun costo aggiuntivo o penale (entro i termini previsti dalla legge). Coloro che sceglieranno di intraprendere questa strada dovranno inviare un PEC, recarsi nei negozi o chiamare il numero 409168 per maggiori informazioni; ad affiancare la richiesta di recesso dovrà essere presente la dicitura “recesso per variazioni contrattuali“, in caso contrario TIM addebiterà ugualmente l’eventuale penale.

 

TIM: gli aumenti sono dietro l’angolo

Gli utenti a cui è stato recapitato l’SMS si ritroveranno a pagare 1,99 euro in più al mese, pur comunque ottenendo in cambio una delle seguenti opzioni: minuti illimitati per sempre, o anche 20 giga di internet in più a mese per i 12 rinnovi successivi dell’offerta attualmente attiva.

I suddetti sono pagliativi per cercare di addolcire l’amara pillola, l’aumento non potrà essere in nessun modo evitato, se non soddisfatti della proposta aziendale sarete effettivamente costretti ad abbandonare TIM. Va ricordato, infine, che il premio indicato potrebbe variare di utente in utente, queste sono le soluzioni più diffuse, ma l’operatore telefonico avrebbe potuto decidere di riservarvi una proposta ad personam completamente diversa da tutte le altre. L’aumento avrà decorrenza dal 28 aprile, il recesso potrà essere richiesto entro e non oltre il 27 aprile.