truffe

Ogni anno milioni di Italiani cadono vittime di una truffa, non importa che sia online od offline. Oltre a quelle che coinvolgono persone anziane raggirate in casa, la tipologia maggiore di raggiro coinvolge l’home banking e la telefonia mobile. Due ambiti sempre più a rischio perché fanno leva sulla distrazione dei consumatori.

Carte di credito, utenze luce e gas, contratti di telefonia fissa e mobile: tramite internet avvengono le peggiori truffe, e non vengono risparmiati nemmeno settori che in pratica dovrebbero essere esenti. Nell’ultimo biennio sono infatti saliti alla ribalta dozzine di siti di assicurazioni auto e moto online che in realtà erano dei fake.

 

Telefonia, banche e assicurazioni: ecco le truffe peggiori

Spesso si occupa di fare un riassunto annuale di queste indagini il sito Facile.it o SOSTariffe.it, i quali sono due portali sempre molto attivi sia sul lato del risparmio e sia nel segnalare eventuali anomalie truffaldine.

Parlando di truffe telefoniche, la più clamorosa è quella del Sì, poiché vi basterà rispondere a una chiamata con la sillaba magica per vedervi addebitato un abbonamento a qualche servizio salatissimo per mezzo di un montaggio audio ad hoc che sfrutti il vostro assenso.

Altra truffa che miete vittime è quella del numero che vi squilla dall’estero inducendovi a richiamare e svuotarvi l’intero credito telefonico. Infine non tramontano mai i servizi a pagamento, o detti VAS, i quali vi si appiccicano alla SIM semplicemente navigando una qualunque pagina web.

Da ultimo ma non meno pericoloso è l’operatore di call center deviato che vi propone sedicenti cambi di tariffa a prezzi stracciati che in realtà vi fa cadere in trappole ancora più costose.