3g spento

Con l’arrivo ufficiale del 5G in tutto il paese, sono state installate nelle principali città Italian centinaia e centinaia di nuove piccole antenne che, di fatto, permettono finalmente a tutti gli Italiani di accedere al nuovo mondo ultra veloce offerto da questo standard di rete mobile. 

Come ben sappiamo, ancor prima dell’aggravarsi della situazione Coronavirus, sul web sono spuntate molteplici notizie relative al nuovo standard. Spesa, infatti, si è parlato di un mondo tecnologico completamente nuovo grazie all’introduzione di alcune tecnologie di ultima generazione com l’Internet of Things e l’Intelligenza Artificiale. Non sono però mancate le fake news che, in questo caso, hanno minacciato gravemente il nuovo standard 5G, puntando ai possibili danni dovuti alle radiazioni di quest’ultimo.

5G e nuove antenne: presto potremmo dire addio al 3G

Con la diffusione del 5G sul territorio Italiano, si è diffusa una spiacevole notizia legata al presunto spegnimento definitivo di tutta la rete 3G. A quanto pare, infatti, gli operatori telefonici Tim, Wind Tre e Vodafone sembrerebbero essere intenzionati disattivare tutto le antenne 3G a causa delle forti radiazioni emesse. 

In realtà, però, lo shutdown totale della rete 3G pare essere una vera e propria strategia di marketing. Negli ultimi tempi, infatti, i principali gestori telefonici Italiani hanno investito più di 6 miliardi di euro per la realizzazione della rete 5G e, proprio per questo motivo, recuperare questi fondi risulta essere il principale obbiettivo. Al fine di eliminare costi superflui, quindi, gli operatori telefonici italiani hanno intenzione di staccare la corrente alle antenne 3G.

Ovviamente lo spegnimento delle celle 3G avverrà in un periodo abbastanza lungo così da permettere a tutti i consumatori di adattarsi alle più recenti tecnologie.