La piattaforma di contenuti in streaming Netflix ha recentemente lanciato una nuova docu serie dedicata a Joe Exotic, allevatore che ha istituito un business legato agli animali selvatici del proprio parco in Oklahoma.

La docu serie intitolata Tiger King ha colpito e diviso il pubblico, sollevando una domanda principale tra tutte le altre: guardare gli episodi è considerato essere complici del sistema?. Scopriamo alcuni dettagli maggiori.

 

Netflix ha lanciato la docu serie Tiger King

Tiger Kings è la nuova docu serie diretta da Eric Goode e Rebecca Chaiklind, disponibile sulla piattaforma di streaming da qualche giorno. Complice sicuramente la quarantena forzata, sta stregando l’intera America e sviluppa nel pubblico un interesse morboso, tra l’indignazione e la curiosità. All’interno dei 7 episodi c’è un’espressione che si sente molto spesso: Tiger King ed è “bomba orologeria”.

Ovviamente avere a che fare con dei felini del genere, che arrivano addirittura a pesare 180 KG è un rischio che potrebbe trasformarsi in tragedia da un momento all’altro. Ce ne possiamo accorgere quando vediamo queste magnifiche bestie ammassarsi davanti alla gabbia della mucca macellata per nutrirli. I protagonisti della serie sono tutte persone che sugli animali selvatici ci hanno costruito un vero e proprio business.

Un lungo focus sarà dedicato al personaggio di Joe Schreibvogel, conosciuto con il nome di Joe Exotic. Si tratta di un uomo molto singolare, che davanti alla telecamera si presenta con le meches bionde, un cinturone e un gran numero di piercing. Il parco Animali Esotici di Wynnewood, in Oklahoma ospita circa 227 tigri. L’uomo si guadagna da vivere crescendo esemplari rarissimi, che il pubblico può ammirare attraverso i tour che esso organizza negli Stati Uniti. Se questo tipo di genere non fa per voi, potete sempre dare un’occhiata a tutti i contenuti previsti per il mese di aprile 2020.