Apple ci ha abituati a soluzioni di design sempre innovative e alquanto eleganti, non a caso una nota di merito della casa di Cupertino è da sempre la capacità di sposare un design elegante ad un’ottima ergonomia.

Il prodotto che segnò l’inizio della svolta fu proprio il primo iPhone, presentato dallo storico CEO Steve Jobs nel 2007.

Da li Apple fece passi da gigante nel mondo smartphone e non solo, presentando prodotti d’élite in grado di ritagliarsi una fetta di utenti dedicata.

Uno dei suoi prodotti più apprezzati è proprio il Magic Mouse, presente ora sul mercato nella sua seconda versione, stiloso si, ma, con un design bello da vedere ma poco ergonomico.

Una piccola nota stonata nella storia dell’azienda, che però sembra voler finalmente porre rimedio.

Il nuovo Magic Mouse in un brevetto

Il Magic Mouse 2, seppur dotato di un design bello da vedere, era dotato di gesture scomode da usare, le quali, accostate al suo low profile, lo rendevano poco comodo nell’utilizzo.

Nel nuovo brevetto vediamo un nuovo modello che si pone l’obiettivo proprio di risolvere questo fastidioso problema.

Ad un primo sguardo sembra di avere davanti gli occhi il classico mouse che Apple produce da anni, con un profilo sobrio e allungato.

Ma guardando meglio all’interno del brevetto, si può vedere come Apple ha intenzione di integrare un meccanismo all’interno del Magic Mouse che gli permetterà di variare la sua forma.

A quanto pare questo sistema consentirà al mouse di variare la propria altezza, in modo tale da essere più facilmente abbracciabile del palmo dell’utilizzatore, rendendolo più comodo.

Ovviamente ribadiamo che i dati contenuti all’interno di un brevetto non rappresentano necessariamente un prodotto che vedrà la luce, ma danno comunque una buona indicazione sulle intenzioni dell’azienda.