A chi non piacerebbe poter estendere la propria area di lavoro senza però vincolarsi a secondi schermi o ingombranti proiettori.

A quanto pare Apple ci sta seriamente pensando, infatti secondo gli schemi presenti in un brevetto depositato, l’azienda di Cupertino sta valutando la possibilità di produrre un iMac con un proiettore integrato al posteriore.

Il bozzetto nel dettaglio

Stando a quanto è deducibile dal bozzetto, si può notare un iMac capace di proiettare immagini ai lati dello schermo su una superficie retrostante, grazie a una superficie in vetro presente al posteriore in corrispondenza del priettore.

Da notare che, all’interno del brevetto, il device rappresentato ha una silhouette molto conforme a quella degli iMac, ma comunque priva di dettagli importanti, questo poichè il brevetto è incentrato principalmente sulla funzionalità di proiezione.

Questo assume un senso in virtù del fatto che Apple da tempo pensa ad un restyling dei propri iMac, recente era infatti la notizia legata ad un iMac completamente in vetro.

Come è facile intuire però, questa tecnologia potrebbe presentare un problema intrinseco, ovvero, la possibile eclissi da parte del display di iMac della porzione di immagine proiettata alle sue spalle, tutto in virtù ovviamente della distanza dello stesso dalla parete.

A quanto pare però nel brevetto è presente una dicitura che sottolinea come Apple attraverso dei sensori, andrebbe a compensare tale perdita di immagine, ovviando quindi al problema.

Non rimane dunque che aspettare, vi ricordiamo che un brevetto non è indice di un prodotto che arriverà sugli scaffali, bisognerà quindi aspettare e vedere cosa farà Apple.