RC auto e moto sospese

L’emergenza da Coronavirus che sta attediando l’Italia e non solo sta portando a veri e propri provvedimenti importanti anche in campo economico. Oltre a tante manovre adottate per poter agevolare la situazione di molte famiglie e lavoratori, il Governo ha deciso di mettere mano anche alle RC Auto e moto al fine di dare ulteriore respiro a chi attualmente non ha un’entrata assicurata  a fine mese.

Inserita inizialmente nel DPCM del 2 marzo, la soluzione pensata per le ex zone rosse attualmente non è stata espansa a tutto il territorio nazionale, ma senza ombra di dubbio così sarà fatto attraverso i successivi Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri anche perchè sono in arrivo nuove decisioni sul piano economico.

RC auto e Moto: ecco come verrà sospesa nel caso in cui il decreto venga elargito a tutta la nazione

Stando a quanto dichiarato nel DPCM del 2 marzo, la sospensione dell’RC auto riguarderà tutti quegli automobilisti con una rata in scadenza nel periodo compreso tra il 21 febbraio ed il 30 aprile di quest’anno. Tale provvedimento, come si può immaginare, non sarà eterno ma bensì temporaneo in quanto ogni cittadino sarà tenuto a rimediare, poi, entro il 31 maggio a seconda delle proprie possibilità. In che senso? Il pagamento potrà essere effettuato in un’unica soluzione o, previo concordamento con la propria assicurazione, a rate.

Per poter accedere a tale sospensione non bisognerà effettuare alcuna domanda o richiesta alla propria assicurazione, l’unico requisito rimane quello di controllare l’effettiva scadenza della propria rata così da sapere se essa rientra nei casi accertati.