smartphone display rotto ossido di cerio

Quante volte vi sarà capitato di ritrovare il display dello smartphone incrinato dopo una caduta accidentale? Nella vita sicuramente molte, e spesso abbiamo dovuto cambiare device o mandarlo in assistenza con costi esorbitanti. Ma oggi in rete circolano dei tutorial che impiegano l’ossido di cerio per riparare miracolosamente gli schermi dei vostri device. Noi ne abbiamo visto uno e ne siamo rimasti strabiliati.

Prendendo a modello uno smartphone o un device qualsiasi che presenti un graffio ben evidente sul display, procediamo con la descrizione della riparazione. L’ossido di cerio è facilmente reperibile su Amazon e si presenta come una polvere giallastra che va lavorata in acqua calda per creare una crema da applicare su un panno.

 

Display smartphone rotto: non serve sostituirlo grazi all’ossido di cerio

Se volete procedere alla riparazione dello schermo dovete innanzitutto circoscrivere il più possibile la zona sul vetro da trattare, proteggendo sopratutto capsule auricolari e microfoni che altrimenti potrebbero rompersi irrimediabilmente. Tornando alla crema che avete ottenuto mescolando la polvere con l’acqua calda, potete depositarne un poco direttamente sul solco del graffio avendo cura di spargerla con un panno in microfibra.

Dopo qualche secondo potete iniziare a spalmare il composto con più energia, e l’ossido di cerio riuscirà in pratica a levigare il graffio. Con la pazienza otterrete risultati migliori, e dai tutorial che trovate in rete si capisce che il trucco è bagnare tanto la stoffa.

A fine processo il graffio è completamente scomparso e non importa che l’incrinatura sia su un Gorilla Glass o su un semplice vetro di orologio. L’ossido di cerio riesce a riparare persino i parabrezza delle automobili. Ovviamente non può fare miracoli, perché sarebbe inutile usare questo prodotto su un vetro rotto, ma per tanti piccoli guai ai nostri smartphone è una vera manna dal cielo.