Canone RAI e bollo auto: i cambiamenti e le possibilità di abolizione

Uno dei più grandi grattacapi per quanto riguarda le tasse in Italia è sempre stato rappresentato dal solito bollo auto e dal canone Rai. Ovviamente stiamo parlando di tasse che almeno per questo momento non potrebbero essere cancellate in maniera definitiva. Pare ormai è tutto chiaro, dato che lo Stato non rinuncerà mai a ricavi del genere proprio come in questo caso, i quali entrano netti ogni anno nelle sue casse.

Entrambe le imposte, ovvero il bollo ed il canone, fruttano al governo oltre 7 miliardi di euro annui, i quali non potrebbero essere recuperati in maniera diversa.

 

Buono auto e canone Rai: l’abolizione sembra sempre più impossibile, potrebbero esserci anche dei cambiamenti

Il debito dello Stato italiano ammonta ormai a diversi miliardi di euro, e proprio per questo si prova a recuperare fondi un po’ dappertutto. Nelle ultime amministrazioni è sembrato che si potesse in qualche modo provare ad abolire però due tasse molto antipatiche: il bollo auto e il canone Rai. 

L’amministrazione però non è riuscita a sanare il debito pubblico, il quale avrebbe potuto ricevere una rimodulazione dopo il mancato aumento dell’Iva. Questo ha quindi comportato una sorta di stasi economica e condizionale anche riguardo alle imposte, le quali potrebbero addirittura aumentare. In merito al bollo infatti sono previste delle alternanze economiche dipendenti dalle singole regioni. In breve ci sarà discrezionalità, per la quale tanti cittadini potrebbero andare a pagare più di altri in base al veicolo che possiedono. La decisione dell’esecutivo può infine portare a tre diverse situazioni:

  1. diminuzione costi per la tassa di possesso
  2. stasi tariffaria
  3. aumento prezzo per KWh

Per quanto riguarda invece il canone Rai invece il costo resta sempre fisso a 100 € annui, con la solita rata mensile sulla bolletta dell’energia elettrica.