Il colosso dell’e-commerce Amazon Prime ha da poco raccontato come nasce il furgone elettrico commissionato solo qualche settimana fa a Rivian. A spiegarlo è stato lo stesso colosso in un video articolo pubblicato sul proprio sito aziendale.

L’azienda di Jeff Bezos ha commissionato al colosso Rivian 100 mila veicoli che arriveranno sulla strada a partire dal prossimo anno. In questo modo la piattaforma è sempre più vicina al suo obiettivo, ovvero ridurre a zero le emissioni di anidride carbonica entro il 2040. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

Amazon spiega come nascono i nuovi furgoni commissionati a Rivian

L’azienda di Bezos non ha utilizzato mezze misure nello spiegare la nascita dei nuovi furgoni elettrici. Ecco la dichiarazione di Ross Rachey, responsabile Amazon per Global Fleet and Produtcs: “Stiamo cercando di costruire la flotta di trasporti più sostenibile al mondo. Ma dev’esser anche il più funzionale, il più sicuro e il più performante“.

Non si tratta quindi di un ordine tradizionale, come quando si prenota un centinaio di veicoli, con l’azienda di Plymouth, la piattaforma sta seguendo lo sviluppo dei van ogni minuto, in modo da plasmare le proprie esigenze. Come anticipato precedentemente la grande scommessa fa parte di The Climate Pledge, impegno che Amazon si è data per centrare gli obiettivi dell’accordo di Parigi sul Clima con 10 anni in anticipo.

Il team di Rachey ha raccontato di aver impiegato un anno e mezzo per studiare quale fosse la migliore soluzione da adottare per i nuovi e-van. Ha anche spiegato di aver concluso che la strada migliore fosse quella di sviluppare un nuovo veicolo su misura per la piattaforma. Il CEO di Rivian, R.J. Scaringe ha spiegato: “Siamo focalizzati nell’efficienza del veicolo a partire da ogni aspetto del design. Dalla climatizzazione dell’abitacolo all’ergonomia del conducente, fino al propulsore: tutto è ottimizzato in ragione di tempi e dispendio energetico“.