Amazon

La piattaforma di e-commerce Amazon ha intenzione di procedere verso la riduzione delle emissioni di CO2, prodotte dai tantissimi veicoli utilizzati per le consegne in tutti i più grandi paesi del mondo.

Le elevate vendite che il colosso di Jeff Bezos realizza giornalmente, sono dedicate maggiormente sugli investimenti dedicate alle vendite cosiddette Green, per questo motivo ha ordinato 40 nuovi furgoni. Scopriamo maggiori dettagli.

 

Amazon ordina 40 nuovi furgoni elettrici

Nelle scorse ore la piattaforma ha ordinato 40 nuovi furgoni elettrici da StreetScooter, una nota società di proprietà di Deutsche Post, che si dedica alla produzione di veicoli a batteria. I veicoli in questione sono dedicati al territorio di Monaco e fanno parte del piano industriale “carbon neutral” che la piattaforma prevede di raggiungere entro il 2040. Quest’ultima prevede, in quanto prima firmataria dell’Accordo di Parigi, di raggiungere l’eliminazione totale delle emissioni di carbonio con un decennio di anticipo rispetto alla data prefissata, ovvero il 2050.

La società StreetScooter ha inoltre installato 60 stazioni di ricarica presso tutto il centro di distribuzione dell’azienda americana, nella città della Baviera. L’attuale CEO di StreetScooter, Jorg Sommer ha dichiarato: “Siamo rimasti molto contenti che Amazon si sia rivolto a StreetScooter per una soluzione di consegna rispettosa del clima e alla nostra comprovata esperienza nelle infrastrutture di ricarica“.

Il colosso ha inoltre deciso di inserire altri 10 furgoni eVito Mercedes Benz che verranno principalmente utilizzati nel centro di distribuzione di Monaco di Baviera. La carica di questi furgoni verrà gestita direttamente nel centro logistico dove è stata appositamente installata un’infrastruttura di ricarica. La corsa di Amazon non è ovviamente finita qui, l’azienda continuerà gradualmente con l’implementazione di veicoli completamente elettrici nei prossimi anni.