L’operatore Tim Italia ha recentemente comunicato che, a partire dal 27 febbraio 2020 entrerà in vigore una nuova rimodulazione che colpirà alcuni clienti con piani base a consumo.

Quest’ultimi avranno un nuovo costo mensile di 1.99 euro solamente se non hanno offerte attive sulla propria SIM Card. L’operatore ha anche annunciato la nuova tariffa base Tim Facile. Scopriamo tutti i dettagli.

 

Tim: nuove rimodulazioni in arrivo il 27 febbraio 2020

La notizia è stata ufficializzata dall’operatore proprio due giorni fa, lunedì 27 gennaio 2020 sul sito ufficiale dell’operatore nella sezione “News – Comunicazioni Importanti”. La modifica unilaterale del contratto consiste nell’adeguamento delle condizioni economiche di alcuni piani base a consumo non più in commercializzazione. Quest’ultimi a partire dal prossimo 27 febbraio 2020 avranno un costo di 1.99 euro al mese, che si aggiungerebbe ai costi sostenuti a consumo.

Tim ha voluto specificare che questo nuovo costo sarà applicato solamente in assenza di un’offerta attiva con almeno minuti o Giga sulla propria SIM Card. Si tratta quindi di una rimodulazione molto simile a quella effettuata anche da Vodafone lo scorso ottobre 2019 per il piano Vodafone 25. Al momento l’operatore non ha specificato ufficialmente la lista esatta delle tariffe a consumo colpite ma sicuramente nei prossimi giorni lo farà. A tutti i clienti impattati, l’operatore proporrà delle offerte dedicate, definite “particolarmente vantaggiose” che permetteranno di avere minuti e Giga, senza quindi dover sostenere il costo del piano base.

Per scoprire tutte le offerte riservate a lui, il cliente potrà recarsi nella sezione “offerte per te” dell’applicazione MyTim, oppure potrà chiamare il numero gratuito 409168. I clienti sono liberi di non accettare questa modifica unilaterale recedendo quindi dal contratto senza penali né costi di disattivazione entro il giorno prima della data di avvio della modifica.