Nell’ormai lontano 31 Dicembre 1999 le paure riguardanti il cambio di secolo, nonché di millennio erano tante e, diciamolo, molte di queste erano paure del tutto irrazionali, come il timore della fine del mondo, di una imminente apocalisse dovuta a qualche disastro naturale o a un giudizio universale. Ma c’era, tra le cose, un timore più sensato che aveva a che fare con l’informatica. Stiamo parlando del Millennium Bug.

Cos’è il Millennium Bug e perché ancora lo temiamo

Il Millennium Bug è un difetto di sistema che avrebbe dovuto verificarsi con lo scattare del nuovo millennio a causa di un problema generale del sistema informatico riguardante il modo di contare il tempo programmato sui computer. Bancomat, parchimetri, orologi elettronici e altre macchine del genere avrebbero dovuto andare in tilt rendendo impossibile l’utilizzo dei pagamenti elettronici, nonché dei prelievi. Non a caso all’epoca molte persone avevano svuotato i conti con questo timore. La ragione era effettivamente concreta: i sistemi erano stati in effetti programmati per contare solo le decine, non le centinaia. Questo avrebbe portato i computer a contare di nuovo dal 1900, una volta scattato invece il 2000. Naturalmente numerosi informatici lavorarono al problema, arginandolo di molto. In gergo informatico il bug venne chiamato Y2k Bug e costò, secondo una stima dell’epoca, tra i 300 e i 500 miliardi di dollari. Ma cosa fecero esattamente per risolvere il problema? Riscrivere il codice da zero per passare alle 4 cifre sarebbe stato piuttosto lungo e complesso, pertanto si limitarono a programmare il sistema in modo che contasse fino al 2020, dando per scontato che nei successivi 20 anni sarebbe i sistemi sarebbero stati quasi del tutto rinnovati.

Ma fecero male i conti, perché molti sistemi dell’epoca sono ancora gli stessi, quindi ci risiamo di nuovo. Migliaia di centraline sono state aggiornate nella prima settimana di Gennaio, rinviando nuovamente il problema. Tuttavia, essendo molti sistemi ancora quelli obsoleti, sono programmati per contare il tempo a partire dall’1 Gennaio 1970 e non possono arrivare più in avanti di 2.147.483.647 secondi, che , secondo i calcoli dovrebbero scadere il 19 gennaio 2038 alle 03:14:07. Per allora sarà fondamentale un aggiornamento di tutti i sistemi, o il problema sarà di una portata superiore al precedente.