Il 2019 è stato l’anno del ritorno di smartphone medi di gamma a marchio Google. Big G, infatti ha portato ufficialmente i nuovi mid-range Google Pixel 3a e Google Pixel 3a XL, due terminali apprezzati moltissimo per l’ottimo rapporto esistente tra qualità e prezzo. Come abbiamo avuto modo di vedere in questi giorni, però, sono cominciati i primi rumors e leaks su uno dei successori di questi smartphone, ovvero sul prossimo Google Pixel 4a. Analizziamo brevemente le differenze tra la prossima versione e il suo predecessore.

 

Google Pixel 4a: cambio di rotta dal punto di vista estetico

Partiamo innanzitutto dal design che contraddistinguerà il prossimo mid-range di Big G. Dai primi renders trapelati in rete, è emerso che Google Pixel 4a avrà un design totalmente diverso dal suo predecessore. In primis, sul fronte non troveremo più un display con delle cornici molto presenti, ma troveremo un display forato e circondato da delle cornici abbastanza ottimizzate.

Anche sul retro troveremo poi delle differenze. Qui avremo sempre una singola fotocamera ma posta questa volta in una zona quadrata in stile Google Pixel 4. Al centro della backcover poi, analogamente al suo predecessore, ci sarà un sensore biometrico per il riconoscimento delle impronte digitali. Sempre come sul Google Pixel 3a, troveremo il tasto di accensione/spegnimento colorato di arancione. Le dimensioni complessive del terminale, però, dovrebbero essere leggermente più contenute. Dovrebbero essere infatti di circa 144.2 x 69.5 x 8.2 mm contro le dimensioni del precedente modello che sono pari a 151,3 x 70,1 x 8,2 mm.

In ambito estetico, quindi, il nuovo Google Pixel 4a avrà non poche differenze con il suo predecessore. Staremo a vedere se anche dal punto di vista hardware troveremo delle differenze sostanziali.