Android 11, Android, Google, OS

Nonostante i vari produttori siano impegnati ad aggiornare i propri dispositivi ad Android 10, la ricerca e sviluppo di Google sul proprio sistema operativo continua senza sosta. La nuova versione del sistema del robottino sarà Android 11 e, come consuetudine, vedrà la luce dopo l’estate.

Il primo assaggio di Android 11, quasi certamente arriverà durante il Google I/O 2020 che si terrà a maggio del prossimo anno. La conferenza dedicata agli sviluppatori permetterà di conoscere più nel dettaglio l’OS e scoprire le nuove feature in arrivo. Tuttavia, alcuni dettagli riguardo la nuova versione di Android stanno iniziando a circolare.

Al momento si tratta per lo più di indiscrezioni non confermante, ma che farebbero contenti gli utenti. In particolare, la prima anticipazione riguardo Android 11 è la rimozione dei limiti di peso per le registrazioni video. Al momento infatti, la registrazione è limitata ad un peso complessivo del filmato di  4GB. Sebbene possa sembrare un peso ragionevole, considerando che i nuovi smartphone possono raggiungere risoluzioni fino al 4K ed oltre, il limite si raggiunge molto facilmente.

Ecco una nuova feature di Android 11

Questa situazione comporta un intervento automatico del sistema che salva e archivia il filmato una volta raggiunto i 4GB. Se si continua a registrare per lungo tempo, l’utente alla fine troverà nella memoria dello smartphone tanti filmati spezzettati piuttosto che una registrazione unica. Ovviamente è possibile unire i vari spezzoni per creare un filmato unico utilizzando software dedicati, ma è sempre preferibile avere un unico filmato su cui lavorare.

La limitazione del 4GB risale al 2014 quando gli smartphone in grado di registrare in 4K erano molto limitati. Adesso invece registrare in 4K è quasi la normalità, quindi per forza di cose questo limite deve essere rimosso. Non resta che attendere maggiori informazioni riguardo Android 11 e le nuove feature che l’OS porterà con se.