WhatsApp, hacker, Polizia Postale, phishing, truffa

In questo periodo di festa i messaggi che si ricevono su WhatsApp sono tantissimi, ma insieme agli auguri potrebbero nascondersi delle truffe. Infatti, potrebbe capitare di ricevere dei messaggi da utenti sconosciuti che, scambiati per amici o parenti, potrebbero portare a conseguenze pericolose.

In particolare, l’obiettivo dei cyber-criminali è quello di ottenere il pieno controllo dell’account WhatsApp della povera vittima. In questo modo i truffatori potranno utilizzare l’account per scopi illeciti senza essere rintracciati in quanto il titolare dell’account è un’altra persona.

Il metodo per ottenere il pieno accesso è presto spiegato. Per attivare un account WhatsApp, l’applicazione richiede l’inserimento di un codice ricevuto direttamente via SMS sullo smartphone che si sta configurando. Solo dopo aver completato questa procedura è possibile utilizzare il servizio di messaggistica.

Partendo da questo presupposto, la vittima designata riceve un SMS dai cyber-criminali con la richiesta di inserimento del codice di conferma per continuare ad utilizzare il servizio. La truffa è parecchio organizzata in quanto gli hacker riescono a mascherare il numero del mittente del messaggio. Al destinatario infatti, risulta proveniente da un contatto conosciuto alla vittima o da WhatsApp stesso. L’utente ignaro che riceve il messaggio fornisce il codice e di fatto permette il pieno accesso all’account ai cyber-criminali.

Il modo migliore per evitare truffe di questo tipo è quello di non fornire mai ad alcun contatto, conosciuto o meno, il codice di attivazione dell’account. Nel caso in cui doveste ricevere un SMS che invita a cliccare su un link ed inserire dati personali, non cliccate e non fornite mai dati sensibili.

Quando possibile, è sempre consigliabile attivare la verifica in due passaggi che permette di accedere all’account inserendo la classica password e un codice univoco ricevuto via messaggio. Per maggiori informazioni è possibile consultare la pagina dedicata disponibile sul sito WhatsApp.