dvb t2

Il DVB T2 sarà presto disponibile per tutti i consumatori in Italia che saranno in possesso di un televisore idoneo a questo nuovo standard; idoneo per quale motivo? Questo nuovo e innovativo aggiornamento sarà obbligatorio per tutti i consumatori, ma per la sua corretta introduzione gli italiani dovranno possedere una televisione adatta in cui sarà presente il codec hevc; si tratta di uno standard di compressione video introdotto nelle televisioni immesse sul mercato dal 2013 in poi.

Di conseguenza, tutti coloro in possesso di una televisione acquistata dal 2013 in poi non dovrebbero avere problemi con l’introduzione del DVB T2; per tutti gli altri consumatori, invece, saranno costretti ad affrontare delle nuove spese in quanto dovranno acquistare un nuovo decoder da adattare alla televisione in casa oppure acquistarne direttamente una nuova.

Una volta introdotto tale aggiornamento, gli italiani potranno usufruire di tutti i suoi vantaggi come per esempio la possibilità di accedere a dei nuovi canali e sarà possibile avere una visione con una qualità HD nettamente migliorata; insomma, un aggiornamento che porterà tanta innovazione in tutta Italia.

DVB T2: ecco quando sarà disponibile in Italia

Già dall’anno successivo alcuni italiani potranno godere di tutti i vantaggi del DVB T2; in particolare, sarà introdotto nelle seguenti regioni: Toscana, Umbria, Calabria, Liguria, Sicilia, Campania e Sardegna; da Gennaio 2021, invece, il nuovo standard di digitale terrestre sarà disponibile in: Veneto, Abruzzo, Molise, Puglia, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna e Basilicata.

Questo nuovo standard sarà una vera rivoluzione per il digitale terrestre e sarà introdotto grazie all’arrivo del 5G di Tim, Wind Tre e Vodafone.