La nota applicazione per la navigazione smart di Google, Android Auto, è da diversi anni un punto fermo per tanti automobilisti in tutto il mondo. Nel corso degli ultimi mesi ha subito importanti aggiornamenti che hanno portato diverse novità.

Dal restyling grafico dell’intera interfaccia, ora molto più smart ai tool che ne migliorano l’esperienza d’uso agevolando le manovre per il guidatore, adesso si può dire che il software è quasi completo. Il menù consente inoltre di sistemare più facilmente le app di terze parti installate sul device con le quali potremo andare ad interagire. Con il nuovo tasto “smart” potremo richiamare anche l’assistente vocale, utile per interagire con l’intero sistema.

Adesso si può dire che Google sia riuscita a ridurre al minimo l’uso dello smartphone alla guida, seppure esso è ancora necessario per accedere all’App. Scovando nel codice sorgente del software però, si è visto come Google abbia intenzione di eliminare del tutto tale applicazione dal device, lasciando solo la versione a bordo dell’autovettura.

Dovremo veramente dire addio alla versione mobile di Android Auto?

Si sa, l’obiettivo di queste applicazioni è quello di rendere più agevole la vita degli automobilisti, facendo compiere loro azioni quotidiane come una chiamata mediante bluetooth o l’invio di un SMS mediante dettatura vocale, senza però mai staccare occhi dalla strada e le mani dal volante.

Con la versione 4.6 di Android Auto, la casa di Mountain View sembra sia riuscita in tale intento, anche se si può dire che manchi ancora qualche piccolo step prima di rendere il software stand-alone. Dal codice sorgente, gli esperti hanno però letto una futura dismissione dell’App. Nel messaggio è scritto che presto si il tutto si integrerà con Google Assistant per migliorare la modalità di guida Smart offerta dall’azienda, sostituendo del tutto la versione mobile.