Netflix, Cinema Paris, New York, Streaming

Dopo l’ultimo investimento effettuato da Netflix, nessuno può affermare che il colosso dello streaming è la morte del cinema. Certamente il servizio ha di fatto rivoluzionato il modo di guardare i film, spostando l’attenzione dalle sale dei cinema ai salotti di casa. Tuttavia i cinema tradizionali restano uno dei capisaldi per la fruizione dei grandi capolavori, e Netflix lo sa bene.

Per questo il servizio di intrattenimento ha deciso di salvare il leggendario Paris di New York. Lo storico cinema, uno dei più antichi degli Stati Uniti e l’ultimo nella Grande Mela dotato di un unica sala, era destinato al fallimento. La rinascita del Paris parte da “Storia di un matrimonio, film diretto dal newyorchese Noah Baumbach.

Netflix ha infatti annunciato la stipula di un accordo di locazione che di fatto salva la struttura e la mantiene operativa. In questo modo il cinema Paris potrà restare aperto e Netflix potrà usare la sala per proiettare i propri film o per organizzare eventi privati. In un mix di tradizione ed innovazione, moderno e antico, il Paris rappresenterà l’unione del mondo cinematografico e dello streaming.

Stando alle parole di Ted Sarandos, Chief Content Officer di Netflix, il cinema Paris rappresenta una tradizione consolidata per vivere un’esperienza cinematografica unica. Grazie ai suoi 71 anni di attività è diventata un’istituzione nel panorama newyorchese e la struttura assume un’importanza storia e culturale.

Il cinema Paris ha aperto i battenti nel 1948, con l’inaugurazione affidata all’attrice Marlene Dietrich. Come il nome lascia intuire, nei primi temi la sala proiettava prevalentemente film francesi. In seguito a rendere il cinema una colonna portante della cinematografia è stata la volontà di proiettare film di nicchia. Oggi, grazie a Netflix, questa tradizione potrà continuare.