Truffe

Le truffe sono sempre all’ordine del giorno e con il passare degli anni il numero delle vittime aumenta sempre di più; questa volta nel mirino degli hacker sono capitati molti consumatori con un conto corrente Unicredit, Intesa San Paolo e BNL aperto.

Fortunatamente, il nuovo sistema telematico della maggior parte degli Istituti di Credito può di gran lunga aiutare per non cascare nei tranelli degli hacker; ecco di cosa si tratta.

Truffe Unicredit, BNL e Intesa San Paolo

Gli hacker, nella maggior parte dei casi, colpiscono le loro vittime tramite l’email di phishing; si tratta di un metodo di truffa con la quale l’hacker riesce ad inviare mail falsificandone il mittente.

Le vittime, dunque, si ritrovano nella propria casella di posta elettronica una falsa mail da parte del proprio Istituto di Credito; con questo messaggio, le vittime sono avvisate di un recente pagamento sospetto e sono invitate a seguire alcuni passaggi per verificarne l’attendibilità.

Leggi anche:  Fisco: nuovi controlli fiscali sui conti Unicredit, BNL e Sanpaolo

Con una serie di passaggi ed escamotage, l’hacker riesce a truffare le vittime nel momento in cui quest’ultima inserisce le proprie credenziali nel falso sito web da lui creato; una volta in possesso dei dati necessari, basta un attimo per svuotare l’intero ammontare del conto.

Fortunatamente, ogni Istituto di Credito ha un’applicazione ufficiale che può essere scaricata sul proprio smartphone o tablet per accedere ai servizi di Home Banking online; quest’app, include il servizio di Mobile Token che invia una notifica ogni volta che l’utente autorizza il pagamento con la propria carta prepagata o di credito.