Renault e Ford, ora sono guai a causa di migliaia di auto difettose

Renault e Ford sono due delle case automobilistiche più attive negli ultimi anni, e le ultime creazioni lo dimostrano ampiamente. Si tratta infatti di due aziende, una francese e una americana, che mai hanno perso terreno rispetto alla concorrenza proprio nel settore automobilistico.

Le loro automobili sono state in grado di riscrivere la storia di tale ambito, anche se ultimamente le cose sarebbero state un po’ scombinate. Alcuni report online sostengono infatti che le due case avrebbero lanciato sul mercato dei veicoli difettosi secondo certi aspetti. Più in particolare Ford avrebbe commercializzato dei veicoli con problemi di batteria. In questo caso quest’ultima perderebbe acido, e potrebbe infatti provocare cortocircuiti o magari l’incendio del veicolo. L’azienda ci ha tenuto fin da subito smentire, ma i report parlano anche di alcuni modelli in particolare.

 

Renault e Ford sono nei guai, la casa francese è imputata di aver commercializzato 400 mila veicoli con problemi di rottura del motore

Dopo Ford anche Renault sarebbe nei guai, dato che un report online da parte di QueChoisir  parlerebbe di veicoli commercializzati con un grosso problema. Questo sarebbe rappresentato dal consumo eccessivo di olio, il quale dopo qualche tempo potrebbe portare anche alla rottura del motore. Ovviamente l’azienda ha smentito categoricamente, ma le voci ormai circolano. Ecco i veicoli che sarebbero coinvolti:

Renault (motore 1.2 TCe 115, 120 e 130 ch)

  • Captur
  • Clio 4
  • Kadjar
  • Kangoo 2
  • Mégane 3
  • Scénic 3
  • Grand Scénic 3

Dacia (motore 1.2 TCe 115 e125 ch)

  • Duster
  • Dokker
  • Lodgy

Mercedes (motore 1.2 115 ch)

  • Citan

Nissan (motore 1.2 DIG-T 115 ch)

  • Juke
  • Qashqai 2
  • Pulsar