Social Network

Nell’ultimo decennio i social network sono diventati un punto di riferimento per milioni di utenti in tutto il mondo. Secondo la ricerca Connected Leadership, i CEO di importanti aziende mondiali sono presenti sulle piattaforme ma senza utilizzarle.

Questa ricerca è volta ad analizzare la presenza di personalità importanti, come appunto CEO di aziende, sui social network. Da quest’anno la ricerca ha coinvolto anche l’Italia. Scopriamo quindi i leader delle aziende quotate alla Borsa Italiana più attivi.

 

I CEO italiani più attivi sui social network

Iniziamo subito a parlare dei CEO più attivi sulle piattaforme social in Italia, sono precisamente 28 e hanno un’età media di 56 anni, tutti uomini. Tra questi troviamo Nerio Alessandri (Technogym), Marco Alverà (Snam), Luca Valerio Camerano (A2A), Stefano Cao (Saipem), Luigi Capello (LVenture) Claudio Descalzi (Eni), Philippe Donnet (Assicurazioni Generali), Andrea Gibelli (FNM), Corrado Passera (Illimity) e Francesco Starace (Enel).

Per stilare la ricerca, sono state considerate anche le pagine Wikipedia, la buografia sul sito aziendale e il profilo Glassdoor. Per quanto riguarda la presenza sui social network, sono state tenute in considerazioni piattaforme come Linkedin, Twitter, Facebook e Instagram. Un leader è stato considerato presente su un canale quando ha un profilo pubblico, mentre viene solitamente considerato attivo se pubblica almeno un contenuto all’anno.

L’importanza dei CEO sulle piattaforme è motivata dal crescente interesse da parte della comunità finanziaria verso l’utilizzo dei social media. I social network sono stati nell’ultimo periodo utilizzati come fonte informativa e come base per decisioni di investimento. Sicuramente un CEO attivo permette alla propria azienda di mostrarsi meglio, e risultare una buona figura verso il pubblico.