Qualche giorno fa due dispositivi dell’azienda cinese Xiaomi erano stati certificati dall’ente 3C con i numeri di modello M1912G7BE e M1912G7BC. Fino ad ora si pensava che uno di questi misteriosi device potesse essere una nuova versione del Redmi Note 8 Pro con a bordo il processore Snapdragon 730G. Tuttavia, nel corso delle ultime ore questa notizia è stata smentita.

 

Redmi Note 8 Pro: nessuna versione con Snapdragon 730G in arrivo

A disgregare le piccole speranze di alcuni utenti di vedere arrivare una versione dello smartphone a marchio Redmi con un SoC di Qualcomm è stato lo stesso CEO dell’azienda, cioè Lu Weibing. Sul noto social cinese Weibo, infatti, un utente ha chiesto esplicitamente se esistesse effettivamente questa nuova versione del device e il CEO dell’azienda ha subito risposto negativamente.

A quanto pare, quindi, il terminale registrato con il numero di modello M1912G7BE non sarà quello che pensavamo finora. E allora di cosa si tratterà? Per il momento non ci sono informazioni certe, anche grazie alla certificazione 3C sappiamo che ci sarà a bordo il supporto alla ricarica rapida da ben 27W.

In queste ultime settimane, comunque, un altro dispositivo dell’azienda cinese ha ricevuto diverse certificazioni. Nello specifico, si tratta del terminale registrato con il numero di modello M1911U2E. Quest’ultimo sembra che avrà il supporto alla connettività 5G. Per questo motivo, potrebbe trattarsi del futuro smartphone di punta a marchio Redmi, cioè il prossimo Redmi K30.

Vi ricordiamo che quest’ultimo, stando a quanto trapelato finora, sarà caratterizzato dalla presenza di un display LCD con un doppio foro dove verranno alloggiate presumibilmente due fotocamere anteriori.