5GLa tecnologia, e lo sviluppo in sé, ha da sempre affascinato l’intelletto umano, ma l’impossibilità di conoscere a fondo il futuro e come si evolverà lo stesso, porta l’uomo a diffidare delle innovazioni. Questo potrebbe essere anche il caso del fantomatico 5G, l’imminente standard di connessione mobile; in rete ne abbiamo lette davvero di tutti i colori, ma quali sono bufale e quali verità oggettive?

Di una cosa siamo certi, il 5G rappresenta la connessione del futuro, che lo si voglia oppure no nei prossimi anni potremo tranquillamente navigare ad altissima velocità grazie alla presenza di molte più antenne di piccole dimensioni sparse per il territorio nazionale. L’aumento di radiazioni non deve spaventare, in quanto va ricordato che le frequenze utilizzate saranno di intensità minore rispetto alle corrispettive del 4G, di conseguenza andranno ad intaccare con minor rilievo l’organismo unamno.

 

5G: ecco la bufala più grande di tutte

La bufala più grande di tutte, e recentemente comparsa sul web, parla addirittura della necessità di abbattere ogni singolo albero in prossimità delle antenne di nuova generazione. Prestate bene attenzione, si tratta di una vera e propria fake news, il posizionamento avverrà esattamente nello stesso identico modo delle soluzioni precedenti, anzi, l’impatto ambientale sarà addirittura inferiore alle aspettative.

Non dovete temere nulla, il 5G è davvero un’innovazione, nonché un grandissimo passo in avanti per un futuro ricco di soddisfazione e di migliorie; i campi di utilizzo sono immensi, dalle auto a guida autonoma, passando per le fabbriche smart e quant’altro, i punti di forza saranno a tutti gli effetti la grandissima velocità, nonché la latenza praticamente prossima allo zero.