apple-card-carta-sessista

Come tutti saprete, Apple ha presentato qualcosa di particolare nell’ultimo periodo. Si tratta di una carta di credito la quale nei pochi mesi di vita ha già sottolineato di aver qualche problema. Uno si presenta a livello di design. Apparentemente la placcatura è troppo fragile e se messa in un portafoglio di pelle allora finisce per graffiarsi; una scelta particolare considerando che la maggior parte di quest’ultimi sono fatti di pelle.

Di recente ne è comparso un altro di problema solo che risulta alquanto strano. Le carte di credito di solito hanno dei limiti che in alcuni possono essere impostati manualmente mentre in altri vengono messi da degli algoritmi. Il limite viene fissato in base ad alcuni dati come lo stipendio. Sembrerebbe che la Apple Card imposti il limite anche a secondo del sesso del proprietario.

 

Apple Card sessista

Non è un’accusa mossa tanto per considerando che il Dipartimento dei servizi finanziari di New York ha aperto un’indagine nei confronti della banca emittente del servizio. Il punto dell’indagine si basa proprio sugli algoritmi utilizzati per determinare i limiti di queste carte.

Se andiamo oltre all’indagine, molti utenti hanno segnalato questo problema persino il co-fondatore di Apple. Steve Wozniak ha sottolineato come il suo limite sia spropositato rispetto a quella di sua moglie, di addirittura di 10 volte. Anche altri hanno descritto questo problema il che indica che è presente e che non si tratti di una casualità; in alcuni casi il divario era di 20 volte superiore. La compagnia non ha ancora commentato in merito.