La società di Mountain View ha istituito, negli anni, moltissimi servizi che andassero a completare l’esperienza degli utenti Android a 360°. Uno di questi è Android Auto, la piattaforma installabile sul proprio veicolo che funge da supporto all’esperienza di guida dei clienti.

L’ultimo aggiornamento di Android Auto, avvenuto alla fine di questa estate, ha ricevuto feedback estremamente positivi da parte degli utenti. La nuova veste dell’interfaccia utente ha reso il servizio estremamente più user-friendly, conferendogli una pulizia e un’intuitività che non gli erano date finora.

Tra le grandi novità in termini di grafica, vi è una home più essenziale ma efficace, suddivisa in una porzione superiore e una inferiore. Nella prima, è possibile “fissare” le applicazioni che si utilizzano maggiormente, per averle sempre a portata di mano. Nella seconda, invece, risultano disposte le restanti altre, in modo tale da poterle consultare scorrendo verso il basso.

Inferiormente, infine, appare una barra di controllo in cui sono presenti i comandi per gestire le riproduzioni audio e musica in corso, oltre ad un’icona per le notifiche e una per attivare Google Assistant.

Ma a fronte di queste novità, gli utenti sono stati investiti da un annuncio piuttosto pesante da parte di Big G, che ha annunciato l‘addio del servizio Android Auto per smartphone.

Android Auto, arriva l’addio agli smartphone: l’annuncio di Google sorprende gli utenti

Se fino a qualche update fa, risultava indispensabile il supporto dello smartphone Android per il corretto avvio della piattaforma, oggi questa necessità è venuta meno, consentendo al servizio di configurarsi ormai come uno stand-alone.

Il corrispettivo per smartphone, probabilmente, verrà inglobato all’interno della Driving Mode di Google Assistant. Indiscrezioni in merito circolano grazie ad alcuni esperti che sono andati a scavare nel codice sorgente dell’APK, quindi per il momento non vi è ancora un annuncio definitivo a confermare quanto scoperto in questi giorni. Resteremo dunque in attesa dell’ufficialità della notizia.