Ford problema autoFord e Renault hanno sbagliato di brutto in alcune fasi della progettazione delle proprie auto. Alcuni modelli sono stati segnalati come pericolosi a causa di alcuni problemi emersi in corso d’uso per gli automobilisti. Increduli, i clienti hanno chiesto ulteriori informazioni ai rivenditori ricevendo una risposta che non è piaciuta. Ecco che cosa è successo per oltre 700.000 veicoli a rischio estratti dalla nuova lista.

 

Scandalo per Ford e Renault: auto poco sicure a causa di gravi problemi riscontrati a motore e batteria

Mentre per Ford il problema batteria auto si risolve con una semplice sostituzione per Renault la situazione è critica.

Nel primo caso i supporti interpretano in maniera errata i livelli di sicurezza delle celle. Finiscono per perdere acido fino a causare un incendio. Per le Mondeo ed S-Max coinvolte nella vicenda ne è stato già disposto il ritiro per manutenzione ordinaria con costi a carico dell’azienda. Coinvolte 300.000 autovetture in tutta Europa, Italia compresa. Il caso Renault, invece, è più grave in quanto coinvolge il motore. In tal caso la mancanza di olio causata da una perdita importante rovina gli ingranaggi per danni che arrivano a 10.000 euro. L’azienda non si assume alcuna responsabilità scaricando il tutto sui clienti definiti negligenti nei confronti delle revisioni. In particolare sono sotto osservazione questi modelli:

Renault (motore 1.2 TCe 115, 120 e 130 ch)

  • Captur
  • Clio 4
  • Kadjar
  • Kangoo 2
  • Mégane 3
  • Scénic 3
  • Grand Scénic 3

Dacia (motore 1.2 TCe 115 e125 ch)

  • Duster
  • Dokker
  • Lodgy

Mercedes (motore 1.2 115 ch)

  • Citan

Nissan (motore 1.2 DIG-T 115 ch)

  • Juke
  • Qashqai 2
  • Pulsar

Puoi confermare che la tua auto stia avendo dei problemi? Lasciaci pure una tua testimonianza al riguardo.