Boeing-nucleare

Nonostante le ultime vicende che la vedono coinvolta Boeing non si è persa d’animo. La volontà di rimanere in testa alle vendite del mercato aeronautico sta spingendo l’azienda americana a trovare nuove soluzioni per sbaragliare la concorrenza. Il brevetto depositato qualche giorno fa rivoluzionerà definitivamente la storia dell’aviazione. La società ha infatti sviluppato un aereo a propulsione nucleare.

Questo particolare tipo di propulsore prende l’energia da una reazione particolare. Mediante l’uso di un potente laser si bombardano infatti due isotopi radioattivi dell’idrogeno, Deuterio e Trizio. Una volta che le due componenti gassose vengono vaporizzate, vengono liberate dalla parte posteriore dell’aeromobile sotto forma di elio.

Boeing: ecco il rivoluzionario aereo a propulsione nucleare

Il sistema che vi abbiamo anticipato può essere utilizzato solo su aereomobili dotati di una camera di innesco nucleare. Se i neutroni “iper-veloci” si aggregano liberano una quantità elevata di calore che può essere utilizzato per il processo. Vaporizzando il materiale radioattivo è possibile inoltre muovere la turbina elettrica che alimenta il potente laser.

Il brevetto risulterebbe depositato nel corso del 2012 anche se il progetto in se è uscito solo oggi. All’interno dei documenti di Boeing vengono descritte una serie di alternative possibili per operare i voli di linea tradizionali. Oltre a questo viene fatta menzione all’Uranio 238, possibile catalizzatore per i viaggi nello spazio.

Quando si parla di nucleare sorgono tuttavia tutta una serie di dubbi legati alla sicurezza. La storia ci insegna infatti che in un incidente le conseguenze potrebbero essere disastrose. Chissà se Boeing, reduce dai due recenti disastri, riuscirà a sviluppare un sistema sicuro ed affidabile per introdurre realmente questo tipo di tecnologia a bordo dei suoi velivoli.