La nuova rete 5G che farà il suo ingresso nel gennaio 2020 sta facendo incuriosire sempre più clienti per via delle notizie che stanno emergendo in questo periodo.

Sappiamo che già gli operatori telefonici Tim e Vodafone si stanno adoperando a tale proposito con delle sperimentazioni del servizio in varie città italiane. Anche gli operatori Wind Tre e Fastweb hanno deciso di assumersi un ruolo dominante in questo settore, grazie all’accordo trovato nelle precedenti settimane tra le due società.

Oltre a sapere che il nuovo standard di connessione sarà più innovativo e veloce rispetto a quello attuale (4G), gli utenti sono un pò scettici sul discorso relativo alla salute.

 

5G: nessun pericolo di salute

Ciò che preoccupa della rete di quinta generazione sono gli effetti delle onde elettromagnetiche sulle vite umane. A riguardo è opportuno che facciamo una premessa: sul web circolano tante fake news per allarmare le persone, quindi per dare un giudizio finale bisogna conoscere la fonte e appurare che sia vera al 100%.

Leggi anche:  5G di Tim, Wind, Tre e Vodafone potrebbe ridurre l'inquinamento da WiFi

Questo scetticismo è dovuto anche da uno studio effettuato nel lontano 2011 dalla Fondazione per la Ricerca sul Cancro (AIRC). Ad oggi, è presente una piccola percentuale di legame fra le onde elettromagnetiche ed i tumori, senza alcun rischio certificato.

Quindi per rasserenare i clienti dei vari operatori telefonici è importante ricordare che questo nuovo servizio di connessione sarà più sicuro rispetto al 4G. Le onde del 5G saranno meno dannose rispetto alla rete attuale.

Intanto, si continuano a fare soltanto supposizioni non avendo dei riscontri ufficiali che possono certificare la situazione di preciso.