Il prezzo del bitcoin ha superato i 12.000 dollari. I suoi guadagni settimanali sono sopra i 2.000 dollari e questo ha portato alla fine di un periodo critico per gli investitori della criptovaluta.

Il bitcoin è notoriamente volatile, ma le fluttuazioni dei prezzi da giugno sono state tra le più irregolari mai sperimentate fino ad ora. Dopo sei mesi di guadagni costanti, il prezzo del bitcoin ha fatto un brusco tuffo alla fine di giugno quando 4.000 dollari sono stati cancellati nel giro di una settimana. A metà luglio è tornato a essere scambiato a circa 13.000 dollari. Ma si sarebbero verificate perdite anche più pesanti, dato che il bitcoin è sceso nuovamente a 9.000 dollari alla fine di luglio. Tuttavia, alcuni analisti del mercato ritengono che questa volta potrebbero esserci ulteriori guadagni.

Il bitcoin ha subito un periodo di calo ma adesso la situazione sembra essersi nuovamente ribaltata

Il bitcoin sta guadagnando una reputazione, consentendo agli investitori di accumulare denaro nella criptovaluta quando i mercati tradizionali sembrano instabili. Con le crescenti tensioni commerciali tra gli USA e la Cina e la Brexit, il bitcoin potrebbe vedere un afflusso di investimenti nelle prossime settimane. Un esperto di criptovaluta prevede che il prezzo del bitcoin “potrebbe raggiungere i 15.000 dollari in poche settimane”, ad appena $ 5.000 dal suo massimo storico.

“La criptovaluta sta attualmente diventando una forma di oro digitale. Infatti, condivide le sue caratteristiche chiave in quanto riserva di valore – potrebbe potenzialmente detronizzare l’oro in futuro man mano che il mondo diventerà sempre più digitalizzato.” Tra l’altro, la correlazione dei prezzi dei bitcoin con l’oro è quasi raddoppiata negli ultimi tre mesi. I punti di forza sono un’offerta limitata e infrastrutture decentralizzate. “La strategia di utilizzare l’oro o lo yen come bene e allo stesso tempo acquistare beni digitali per produrre potenzialmente un alto rendimento, è sempre più diffusa”.