I consumatori continuano a sentir parlare di hacker e di falla 4G perché purtroppo le vulnerabilità che la rete presenta, non potranno essere mai riparate; a scoprire questi problemi sono dei ricercatori della Purdue University e dall’Università dell‘Iowa che hanno analizzato accuratamente la rete di quarta generazione.

Fortunatamente, hanno deciso di divulgare queste vulnerabilità in modo da avvisare tutti i consumatori che utilizzano la rete mobile 4G per navigare in Internet; i ricercatori hanno cercato di riparare la rete ma con scarsi risultati perché i problemi che presenta derivano dall’origine della rete, dunque, è impossibile ripararla.

Clienti Tim, Wind, Vodafone e 3 Italia in pericolo: ecco cosa succede

I clienti Tim, Vodafone, Wind e 3 Italia potrebbero essere le prossime vittime degli hacker a causa di queste vulnerabilità che la rete presenta; purtroppo, ci sono tanti attacchi che gli hacker potrebbero mettere in atto e i ricercatori hanno pensato bene di mettersi nei loro panni e di studiarli accuratamente, in modo da avvisare i consumatori.

Mettendosi nei panni di un probabile hacker, hanno scoperto che l’attacco più pericoloso è denominato Alter Attack; si tratta di un attacco molto facile da attuare ma gli hacker, hanno bisogno di attrezzature specifiche e costose oltre ad una minima vicinanza con lo smartphone del proprietario.

Nel caso in cui riuscisse ad avere tutti gli elementi indispensabili per l’attacco, l’hacker potrebbe con facilità prendere il controllo dello smartphone senza che il proprietario se ne renda conto; di conseguenza potrebbe accedere ai messaggi, ascoltare le chiamate, rubare le credenziali d’accesso di Home Banking e tanto altro; insomma, la privacy della vittima è completamente a rischio e nessuno può metterla al sicuro, in nessun modo.