Passa a Postemobile con Creami WeBackPostemobile emerge dalla massa offrendo una nuova tariffa ricaricabile che sarà disponibile solo a partire dal prossimo 8 Luglio 2019. Denominata Creami WeBack, la nuova offerta speciale è già richiedibile tramite la pagina ufficiale sul sito del gestore. Ha la particolarità di concedere una ricarica GRATIS di valore proporzionale alla quantità di Giga non utilizzati entro il mese. Scopriamo chi può averla e quanto costa.

 

Postemobile Creami WeBack

Il nome della nuova offerta Postemobile dimostra l’esistenza di un’opzione introvabile nel parco promo dei competitor. A partire dalla data indicata potremo richiedere la tariffa direttamente online. Nel frattempo la pagina indicata al link precedente consente di prenotarsi.

Vale solo ed esclusivamente per nuovi clienti che richiedono nuovo numero o portabilità da altro operatore. Restano tagliati fuori soltanto i clienti che già appartengono all’operatore MVNO su rete Wind.PosteMobile Creami WeBack prenotazioneLe informazioni aggiornate relative all’offerta non sono ancora disponibili e per il momento il profilo parziale si desume dal dettaglio costi ed offerte che si ottiene dalla prenotazione. Abbiamo:

  • minuti illimiati
  • SMS illimitati
  • 50 GB al mese in 4G
Leggi anche:  PosteMobile: ritorna la Creami WOW Weekend fino al 22 settembre

Il costo mensile è pari a 9,99 euro che possono scalare anche a 4,99 euro al mese nel caso in cui non si faccia uso dei GB inclusi nella tariffa. Secondo quanto riportato, infatti, si ottiene 1 euro di ricarica ogni 10 GB residui non utilizzati.

Ignoti i costi di attivazione per questa nuova offerta. Generalmente le nuove SIM hanno un listino da 15 euro ed includono 15 euro di traffico spendibile. La spedizione è gratuita fino a casa nostra.

I credit illimitati si intendono validi per il traffico voce ed SMS su territorio nazionale con 4G Wind limitato a 150 Mbps valido con 50 GB in Italia ed in Roaming UE secondo la nuova formula di calcolo specifico per l’uso del traffico dati in Europa. Che ve ne pare di questa nuova trovata commerciale? Spazio ai commenti in attesa di ulteriori dettagli.