Whatsapp pubblicitàWhatsapp entra a pieno nell’elenco delle applicazioni più odiate della storia. A farsi carico di questo titolo poco onorifico è la pubblicità negli Stati che si prepara ad invadere le schermate dell’applicazione. Secondo quanto definito da Mark Zuckerberg il cambiamento arriverà a breve. Gli utenti guardano con disappunto ma c’è poco da fare: gli annunci ci saranno eccome.

 

Whatsapp: pubblicità Facebook in arrivo per tutti

Ultimamente l’app verde non se la passa bene. Ha appena perso la disputa contro una storica app che promette messaggi senza connessione. Ma le brutte notizie non arrivano mai da sole e ci si prepara all’arrivo della pubblicità Whatsapp.

Ci si prepara ad un cambiamento epocale già annunciato dalla direzione ai microfoni del Wall Street Journal. La strategia da adottare prevederà la comparsa di ads pop-up in sovra impressione per i post condivisi. Si punta ad una convergenza che ben presto coinvolgerà anche Instagram.

A partire dai prossimi mesi verremo invasi da finestre con messaggi pubblicitari che avranno un duplice effetto. Da una parte garantiranno maggiore visibilità e monetizzazione per le aziende, dall’altro scateneranno accesi dibattiti tra noi utenti. La causa di questi dissapori sarà dovuta ad una pubblicità che, seppur poco invasiva, è sempre presente. Oltre questo c’è da considerare il fattore consumo batteria, che aumenterà vertiginosamente proprio a causa delle animazioni e del traffico dati richiesto per il download.

Leggi anche:  WhatsApp: ecco come si possono spiare amici e partner con un trucco

Tale approccio è particolarmente redditizio per Facebook, attualmente in corsa con 450 milioni di utenti attivi su Whatsapp. Di contro, Instagram può contare su 400 milioni di utilizzatori. Da questi dati è chiaro capire quanto sia importante per Zuckerberg e gli affiliati.

Fortunatamente, si spera, la pubblicità non arriverà in chat e gruppi pregiudicando totalmente la nostra esperienza utente. Dovremo comunque fare i conti con un sistema che tutti vorremmo evitare. Tu cosa ne pensi? Spazio ai tuoi commenti.