renault problemi al motore

Da qualche settimana un piccolo terremoto nel settore motoristico ha visto coinvolto lo storico brand Renault, poiché il produttore di auto francese è accusato di aver installato oltre 400 mila propulsori difettati nei suoi veicoli e in quelli che usano le sue motorizzazioni.

Secondo la fonte d’oltralpe Que Choisir, i problemi accusati dal produttore riguardano addirittura l’eventuale rottura del motore a seguito di mancanza d’olio, consumato troppo velocemente. Ma la questione non è solo interna al marchio del logo a losanga, poiché la casa automobilistica fornisce collabora con Mercedes, Nissan e Dacia.

Ecco un estratto dal mensile Que Choisir:Il motore di tipo H5FT, montato fino all’anno 2018 su modelli come Clio 4, Mégane 3 e Scénic 3, è soggetto a rotture in caso di consumo eccessivo di olio. Renault non riconosce il problema e non vuol pagare gli esosi costi di riparazione”.

 

Renault: problemi al motore delle auto, arriva il nuovo scandalo

Secondo quanto riportato, il guasto appare in seguito all’eventuale consumo eccessivo di olio, che equivale a più di un 1 litro ogni 1000 km percorsi. Renault non vuole assolutamente riconoscere il difetto di fabbricazione, poiché altrimenti i costi a copertura del ritiro e riparazione dei veicoli guasti sarebbero enormiLa compagnia ha inoltre aggiunto una precisazione riguardante la garanzia delle sue autovetture. Nel comunicato si legge:

Leggi anche:  Renault e Ford nella bufera: batterie e motori difettosi in 700 mila casi

“ ..un consumo di olio, considerato superiore al normale consumo di un motore, può trovare la sua origine in diverse cause (obsolescenza / usura, manutenzione casuale, qualità degli oli, tipi di tubi, ecc ”.

Di fatto, imputando gli eventuali difetti del motore ad accadimenti diversi per ogni caso, e comunque non riconducibili a un problema di fabbrica. Tutta colpa dell’utente e della sua incuria nell’utilizzo dell’autovettura, nonostante alcune di queste siano di fatto nuove. In attesa di una soluzione per gli utenti, Renault non ci sta facendo una bella figura.

Ecco infine l’elenco completo con tutti i modelli coinvolti:

Auto Renault (con motore 1.2 TCe 115, 120 e 130)

  • Captur
  • Clio 4
  • Kadjar
  • Kangoo 2
  • Mégane 3
  • Scénic 3
  • Grand Scénic 3

Dacia (con motore 1.2 TCe 115 e 125)

  • Duster
  • Dokker
  • Lodgy

Mercedes (motore 1.2 115)

  • Citan

Nissan (motore 1.2 DIG-T 115)

  • Juke
  • Qashqai 2
  • Pulsar