4G bug sicurezza Iliad TIM Wind Tre Vodafone MVNO

Il 4G è, a tutti gli effetti, lo standard di rete mobile più apprezzato dagli utenti di tutto il mondo. Tutti i giorni, infatti, sono miliardi le persone che utilizzano il 4G per connettersi ad internet da smartphone o da qualsiasi dispositivo mobile. Secondo alcuni studi recenti, però, pare che la rete mondiale del 4G non sia più un posto sicuro per tutti i suoi utenti che, quindi, rischiano ogni giorno possibili fughe di dati sensibili. In Italia, in particolare, tutti i clienti di Tim, Wind, Tre, Vodafone e Iliad rischiano di essere spiati da un momento all’altro.

Ovviamente sono in molti ad urlare alla fake news ma, questa volta, la notizia è vera e la falla è reale tanto che, secondo alcuni controlli, pare essere già stata sfruttata da centinaia di Hacker esperti. Scopriamo quindi di seguito cosa rischiamo e come possiamo difedenrci

Leggi anche:  Wifi Gratis: addio al 4G e benvenuta linea gratuita ed illimitata

Bug 4G: in pericolo migliaia di utenti Tim, Wind, Tre, Vodafone e Iliad

La scoperta della falla arriva da un lungo studio condotto dalle rinomate università Ruhr-Universität Bochume New York University Abu Dhabi. Da questo studio del problema, infatti, è emerso che la falla sembra essere diffusa su ben 3 protocolli diversi e, almeno per il momento, pare essere riparabile. Per tornare in sicurezza, quindi, non ci resterà che aspettare l’arrivo del 5G.

Attraverso questa falla, quindi, gli Hacker più esperti possono lanciare i seguenti attacchi informatici:

  • rilevazione della posizione del gps;
  • ascolto delle chiamate;
  • trafugamento di dati personali;
  • invio di falsi allarmi;
  • furto di identità.