leapmotion

Leap Motion, che ha realizzato sistemi di tracciamento per gli headset per la realtà virtuale e aumentata, è stata acquisita dalla società UltraHaptics. Il Wall Street Journal ha riportato le notizie oggi, affermando che Leap Motion di San Francisco ha accettato di vendere per circa  30 milioni.

Questa è una frazione della valutazione di 306 milioni della società al picco del suo hype nel 2013. Ma è simile a una cifra che Apple avrebbe discusso durante un’acquisizione mai completata l’anno scorso. The Journal riferisce che UltraHaptics otterrà i brevetti di Leap Motion e assumerà la maggior parte del suo personale, ad eccezione del CEO e co-fondatore Michael Buckwald, che lascerà l’azienda.

UltraHaptics utilizza già la sua tecnologia

UltraHaptics non è un grande nome come Apple, ma è abbastanza ovvio per Leap Motion. L’azienda utilizza gli ultrasuoni per creare l’illusione che si sta toccando qualcosa a mezz’aria, e i controlli manuali di Leap Motion possono integrare questa funzionalità per creare un’interfaccia priva di controller con feedback tattile. UltraHaptics utilizza già la tecnologia Leap Motion.

Leggi anche:  Huawei: arriva una realtà virtuale imperdibile con il 5G

La società ha iniziato creando un controller per PC. Il dispositivo non ha mai preso piede come periferica, ma è arrivato giusto in tempo per cavalcare un’ondata di interesse per la realtà virtuale e aumentata, offrendo un sistema di interfaccia precoce prima del lancio degli attuali visori. Mentre ha iniziato a concedere licenze per l’hardware e il software per cuffie VR, la società ha faticato a trovare una nicchia e due potenziali accordi con Apple sarebbero falliti. L’anno scorso, ha mostrato un design per una cuffia in realtà aumentata a basso costo nota come Project North Star.

UltraHaptics inoltre si concentra sulla collaborazione con altre aziende per aggiungere controlli tattili a macchine, chioschi informativi, dispositivi domestici intelligenti e sistemi VR.