Lo smartphone è divenuto ormai strumento fondamentale all’interno della vita dell’individuo, tant’è vero che risulta spesso difficile riuscire a farne a meno e lo si porta ovunque, tenendolo in costante contatto con l’organismo.

Questo agire, però, potrebbe col tempo gravare alla nostra salute, dal momenti in cui si ritiene che le radiazioni emesse dallo smartphone costituiscano un possibile pericolo per la predisposizione ad alcune patologie – di recente, il German Federal Office for Radiation Protection ha stilato una classifica dei dispositivi più pericolosi sotto questo punto di vista).

Per tale motivo, l’Associazione per la prevenzione e la lotta all’elettrosmog ha pubblicato le dieci regole per un corretto utilizzo dello smartphone.

Elettrosmog, le dieci regole per l’uso corretto degli smartphone

1. Usare l’auricolare per diminuire l’effetto delle onde elettromagnetiche sulla tua testa oppure il viva voce in fase di chiamata;

2. Evitare le lunghe telefonate. Se proprio non si può ricorrere al viva voce o all’utilizzo degli auricolari, sarebbe opportuno alternare spesso l’orecchio durante le conversazioni e limitane drasticamente la durata;

3. Effettuare telefonato quando c’è pieno campo. Quando il segnale è assente o instabile (ad esempio quando si è in viaggio in auto, in treno, in autobus, ecc.) il cellulare aumenta la potenza delle emissioni sull’orecchio;

Leggi anche:  Smartphone e Radiazioni: iPhone e Samsung sono nocivi per il corpo umano?

4. Di notte evitare di tenere il cellulare acceso sul comodino o sotto il cuscino. Non ricaricare lo smartphone vicino al letto;

5. Non tenere lo smartphone acceso in luoghi in cui sono presenti apparecchiature elettromedicali, come negli ospedali;

6. Non tenere il cellulare acceso sugli aerei ed in presenza di persone con dispositivi quali pacemaker o apparecchi acustici;

7. Tenere il cellulare spento quando si è al cinema, a teatro e a scuola, o comunque utilizzare l’opzione segreteria;

8. Evitare l’uso del cellulare da parte dei bambini, o almeno limitarlo alle sole chiamate di emergenza (ciò vale anche per le donne in attesa);

9. Informarsi sul valore SAR di uno smartphone prima di acquistarlo;

10. Il cellulare aumenta la sua potenza di emissione all’interno degli edifici, per cui sarebbe opportuno usare la rete telefonica fissa.