tempistiche-5gGli Stati Uniti vogliono contrastare l’espansione globale di Huawei sul fronte wireless. Con l’ultima strategia c’è stato l’intento di comunicare un messaggio agli alleati, ossia non usare Huawei.

Secondo Robert Strayer, Huawei non è un venditore fidato. Inoltre, se Washington vedesse i suoi alleati aggiudicarsi nuovi contratti 5G all’azienda di Shenzen, saranno rivalutati i rapporti con tali paesi, in particolare sul fronte dell’intelligence. L’amministrazione Trump ha già provato un mossa simile diverse settimane fa con la Germania. In seguito alle minacce legate all’intelligence messe in atto da un inviato americano, Berlino è passata a vietare Huawei, concludendo poi che non sarà il bullismo a prendere decisioni politiche.

Gli Stati Uniti vogliono impedire la rapida ascesa di Huawei soprattutto per lo sviluppo del 5G

Non è ancora chiaro come il Regno Unito potrebbe reagire ai nuovi sviluppi, simili a quelli in Germania. Londra è diffidente con la tecnologia Huawei negli ultimi mesi per problemi di sicurezza. La prossima generazione di connettività mobile segnerà una pietra miliare cruciale per la società nel suo complesso. Ci sarà la creazione di tecnologie completamente nuove, milioni di posti di lavoro e una notevole crescita economica. In altre parole, l’economia globale dipenderà dalle telecomunicazioni. Quindi, avere sistemi wireless compromessi dalla Cina diventa un problema.

Leggi anche:  Samsung pronta a ridimensionare la produzione di smartphone in Corea

In definitiva, non c’è dubbio che il Regno Unito sia scettico sulla capacità di Huawei di resistere alle potenziali richieste. Tuttavia, il basso costo delle sue soluzioni in poco tempo di una potenza mondiale del genere rende la proposta allettante. Ciò indipendentemente dalle preoccupazioni che Londra potrebbe avere. Huawei, d’altronde, continuerà sicuramente a lottare come ha sempre fatto.