Per quanto siano servizi ancora poco utilizzati, probabilmente anche perché non tutti ne sono a conoscenza, esistono applicazioni in grado di ottimizzare il tempo che si ha a disposizione per chattare, permettendo di impostare le risposte automatiche ai messaggi ricevuti su WhatsApp.

Una funzionalità, questa, che non solo può risultare utile quando si è impegnati e non si ha dunque sufficiente tempo a disposizione per digitare il testo di un messaggio, ma che può anche essere utilizzata per evitare di dover digitare frasi che vengono usate spesso.

Tra le migliori app che permettono di inviare risposte automatiche su WhatsApp, segnaliamo AutoResponder, applicazione disponibile gratuitamente per i dispositivi Android (clicca qui per il download). Scopriamo insieme come funziona.

WhatsApp, grazie ad AutoResponder è possibile inviare messaggi automatici

AutoResponder per WhatsApp è un’app offerta gratuitamente da TK Studio: un risponditore automatico programmabile e personalizzabile che offre all’utente la possibilità di inviare risposte automatiche ad ogni contatto, ai messaggi che contengono una determinata parola o che presentano un determinato testo (applicando anche filtri di esclusione).

Leggi anche:  WhatsApp: se avete questi smartphone, dal 2020 l'app non funzionerà più

Per utilizzare l’app AutoResponder, è anzitutto necessario installarla sul proprio dispositivo e permetterle di accedere alle notifiche, in modo tale che il bot riesca a leggere i messaggi ricevuti su WhatsApp. Una volta accettati i permessi richiesti dall’applicazione per poter funzionare, occorrerà personalizzare le risposte automatiche cliccando sul simbolo “+” posizionato nella parte in basso a destra dello schermo.

Il campo “Messaggio ricevuto” dovrà essere compilato inserendo il testo di un messaggio che si è soliti ricevere, in altre parole, il messaggio al quale il bot andrà a rispondere in maniera automatica; mentre il campo corrispondente dovrà appunto essere riempito inserendo il testo della risposta automatica.

Infine, è anche possibile programmare i messaggi automatici: per esempio, se si è a lavoro, si potrebbe programmare il bot in modo tale che questo, a partire da un determinato orario, risponda a tutti i messaggi ricevuti con un determinato testo, magari avvisando i contatti di non poter rispondere e di provvedere a farlo non appena si avrà un po’ di tempo disponibile.