PostePay prosciugateLe prepagate di Poste Italiane sono costantemente prese di mira dai cyber-criminali e numerosi utenti rischiano di perdere i loro risparmi. I tentativi di phishing ai danni delle carte PostePay spesso sono mascherati da email che possono trarre in inganno i titolari delle carte provocando la perdita del denaro tramite il furto delle credenziali.

Truffe online: PostePay minacciate dalle email phishing ma è possibile difendersi dai tentativi di frode!

I tentativi di frode online ideati dai malfattori che utilizzano il phishing per arrivare ai dati degli utenti e, quindi ai loro risparmi, sono numerosi. La Polizia Postale segnala frequentemente casi di email fraudolente che mirano ad intaccare i conti degli utenti ma offre sempre dei consigli utili.

Tutti, infatti, possono difendersi dal phishing e dai vari tentativi di frode che circolano online prestando la giusta attenzione e seguendo gli accorgimenti necessari.

Leggi anche:  Postepay: le novità non bastano, arrivano le nuove truffe

L’ultimo tentativo di frode segnalato, ad esempio, riguarda un falso bonifico in arrivo sul conto degli utenti. I malfattori contattano le potenziali vittime tramite email comunicando l’impossibilità di procedere con la riscossione del denaro salvo la verifica delle credenziali di accesso al conto. In questo caso basta tener conto dell’impossibilità di ricevere del denaro senza alcun reale motivo per avere dei sospetti.

Identificato l’intento fraudolento del messaggio è sufficiente procedere con l’eliminazione senza seguire quanto suggerito dai criminali. Nella maggior parte dei casi, infatti, i criminali esortano le vittime ad inserire le loro credenziali in apposite pagine da loro fornite; è fondamentale ignorare quanto richiesto. L’inserimento dei dati consentirebbe di arrivare ai risparmi in pochi istanti.