Spesso capita che inserendo una chiavetta USB nel proprio computer ci si ritrova con file potenzialmente danneggiati. In tal caso subentrano svariati avvisi del sistema che ci chiedono di rimuovere la chiavetta. Con l’ultimo aggiornamento di Windows 10 non sarà più un problema.

Grazie all’ultimo aggiornamento sarà infatti possibile rimuovere la chiavetta USB dal Pc in qualsiasi momento, senza rischiare di danneggiarla. Fino ad ora, è sempre stato detto agli utenti di assicurarsi che espellessero in modo sicuro tutte le unità USB collegate ai loro computer. Ciò implica fare clic sui menu per procedere con la rimozione o ignorare l’avviso finché non si deciderà di procedere.

Windows 10 permette di disattivare i fastidiosi avvisi per la rimozione di periferiche USB garantendo una differente gestione dello storage

Tuttavia, l’ultimo aggiornamento di Windows 10, nella versione 1809 o in quelle successive, si libera del promemoria cui siamo abituati. Cambierà il modo in cui i computer gestiscono lo storage. Microsoft non sta dunque semplicemente rimuovendo i fastidiosi promemoria, ma sta cambiando il modo in cui i PC gestiscono le periferiche USB che sono bloccate, per assicurarsi che i promemoria non siano più necessari.

Leggi anche:  Microsoft Project xCloud, i requisiti di Rete necessari per utilizzarlo

Nelle versioni precedenti di Windows, i computer sono impostati in modo predefinito sull’impostazione che consente prestazioni migliori utilizzando una funzionalità denominata “write caching“. Ciò significa che i computer hanno un contatto più costante con lo storage USB, consentendo di conseguenza di lavorare più rapidamente e in modo affidabile. Le recenti modifiche ora hanno come impostazione predefinita la rimozione rapida, piuttosto che le prestazioni migliori. Microsoft incoraggia le persone che desiderano prestazioni elevate a tornare alle impostazioni precedenti.