Sony Xperia XZ3

Il team di DxOMark ha testato il comparto fotografico del Sony Xperia XZ3. Lo smartphone è il top di gamma dell’azienda nipponica, caratterizzato da un display OLED da 6 pollici, da un un SoC Qualcomm Snapdragon 845.

Il gruppo ottico è composto da una fotocamera posteriore da 19Mp con un sensore di dimensioni 1/2.3. L’obiettivo associato offre una lunghezza focale equivalente ad un classico 25 mm e un’apertura f/2.0. Per quanto riguarda le riprese video, il Sony XZ3 può registrare in 4k a 30 fps. È presente una stabilizzazione ottica a 5 assi per migliorare la qualità delle riprese.

Trattandosi di uno smartphone con una fotocamera posteriore singola, si è portati a pensare che i risultati saranno inferiori rispetto ai competitor che possono vantare due o più ottiche. Tuttavia, anche il Pixel 3 di Google ha una sola ottica ma ha ottenuto punteggi sorprendenti grazie al software studiato appositamente.

Ecco quindi che i ragazzi di DxOMark si sono approcciati con fiducia allo smartphone, ma questa fiducia non è stata ripagata. Dopo oltre 1500 foto e 2 ore di video, con test effettuati sia al chiuso che all’aperto il verdetto è impietoso.

Leggi anche:  Sony rilascia il nuovo firmware 3.0 per A7III e A7RIII

Sony Xperia XZ3 ha ottenuto un punteggio pari a 76 nelle foto, 85 nei video con un valore medio di 79. Il top di gamma si colloca al di sotto di Xperia XZ Premium che ha totalizzato un punteggio medio pari a 83. Tuttavia entrambi i device sono al di fuori della top 10, posizionandosi oltre la top 30 dei migliori camera phone. Basti pensare che Google Pixel 3 ha ottenuto un punteggio di 101, mentre Huawei Mate 20 Pro è il miglior smartphone in classifica con un punteggio di 109.

Secondo il test di DxOMark, scattando con molta luce non ci sono grossi problemi di dettaglio o di rumore. I problemi sorgono con poca luce, quando il range dinamico è molto più limitato rispetto agli altri smartphone che occupano le prime posizioni della classifica.