Snapchat

La società Snap, a cui fa capo il social network Snapchat ha ricevuto delle accuse molto pesanti da parte di tre donne. Il motivo sarebbe quello della discriminazione a seguito di licenziamenti troppo orientati verso il mondo femminile.

A riportare la notizia è stato il Wall Street Journal, che ha citato anche alcune fonti, secondo le quali i licenziamenti in questione, hanno riguardato solamente delle donne. Scopriamo insieme i dettagli.

 

Snapchat accusato di licenziare solo donne

Quando le donne che sono state licenziate hanno fatto notare il fatto e chiesto spiegazioni sul perché i licenziamenti riguardavano solo il mondo femminile, Snap ha offerto almeno a tre di quest’ultime azioni e contanti, oltre alla normale liquidazione. Probabilmente l’azienda ha deciso di seguire questo percorso perché non ha sicuramente bisogno di essere citata in tribunale, soprattutto dopo l’anno che ha passato.

Leggi anche:  Google+: i post condivisi dagli utenti continueranno ad essere disponibili

Dall’altra parte però, dopo questo risarcimento, anche altre donne potrebbero accusarla di averle licenziate ingiustamente o di aver preso di mira la loro categoria. Se così fosse l’azienda non potrebbe andare incontro a somme del genere, di conseguenza sarebbe obbligata a risolvere la questione nei muri di un tribunale.

Vi ricordo inoltre che, quello appena passato, non è stato un anno facile per la piattaforma, soprattutto dopo tutte le novità che sono state aggiunte al social network Instagram. Quest’ultimo con il tempo, è diventato molto più simile a Snapchat, facendo perdere a quest’ultimo moltissimi utenti. Non ci resta che attendere e scoprire se la faccenda diventerà ancora più grande di quello che in realtà è.