È stato annunciato da appena tre settimane, ma è già sulla bocca di tutti. Il nuovo smartphone targato Samsung ha attirato immediatamente su di sé lo sguardo di un pubblico estremamente ampio, soprattutto dei curiosi che vorrebbero vederci chiaro sul suo funzionamento.

L’hype quindi sta salendo a dismisura nell’attesa che il Galaxy Fold divenga a tutti gli effetti disponibile presso gli store. Annunciato lo scorso 20 febbraio durante il Samsung UNPACKED 2019, il telefono non ha ancora una data di uscita certa, ma secondo le ultime indiscrezioni, l’arrivo in Italia dovrebbe aggirarsi verso fine aprile.

Galaxy Fold: si pensa già ai successori

Neanche il tempo di dare il giusto spazio a questo device rivoluzionario, che la casa coreana è già al lavoro per dare vita ad altri modelli innovativi. Essendo un ramo della progettazione hardware e software ancora tutto da esplorare, è anche naturale che si preferisca procedere per tentativi. Immettendo sul mercato una serie di diversi modelli, accomunati dalla caratteristica dell’essere pieghevoli, si lascia la possibilità agli stessi clienti di dare feedback all’azienda.

Leggi anche:  Huawei Mate X riceve il primo certificato CE per il 5G al mondo

Questi riscontri potranno riguardare diversi aspetti: quale sia il modello più funzionale e più comodo, quale il più multitasking, quale il migliore dal punto di vista estetico. Si parla infatti di ideare nuovi devices con apertura a conchiglia e con apertura verso l’esterno, come già è presente nel concorrente Huawei Mate X.

Ed è proprio il CEO di Hauwei a lanciare una critica verso la chiusura interna dello smartphone made in Samsung. Di contro, il vicepresindente esecutivo del reparto Ricerca e Sviluppo Samsung ha evidenziato, in risposta, le criticità del Mate X, sottolineando la maggiore fragilità e suscettibilità che potrebbe avere uno schermo esposto completamente all’esterno, sia nell’ambito degli errori accidentali del possessore, sia nel caso di cadute o urti.