L’inverno si conclude con una notizia molto amara per i clienti TIM. Dalla fine di febbraio, molti clienti del provider nazionale saranno costretti al pagamento di una quota extra per il pagamento mensile delle ricaricabili. Dopo le numerose rimodulazioni di prezzi del 2018, è quindi arrivata anche la prima stangata sui costi del nuovo anno.

 

TIM, costi delle ricaricabili in aumento sino a due euro al mese: cosa cambia per i clienti

I rincari si dividono in due grandi categorie. Alcuni sfortunati clienti dovranno pagare 1,99 euro in più ogni mese, altri utenti invece sono chiamati a pagare 0,99 euro ogni trenta giorni. Le rimodulazioni – questo punto è rilevante sottolinearlo – non valgono per tutte le offerte, ma soltanto per le promozioni winback. Non rientrano nel discorso, quindi, le promozioni per i nuovi e per i vecchi clienti come TIM Young o Senza Limiti.

Come compensazione per gli aumenti sono previsti piccoli bonus. Coloro che pagheranno 1,99 euro in più riceveranno 20 Giga di internet ogni mese per dodici rinnovi. Coloro che pagheranno 0,99 euro in più avranno a loro disposizione minuti no limits per trenta giorni o cinque Giga extra da aggiungere alla soglia ricaricabile.

Leggi anche:  TIM: 3 offerte valide per giugno con 50GB e rete 4.5G

I nuovi costi sono entrati in vigore dallo scorso 25 Febbraio. Essendo variazioni unilaterali, non è possibile rifiutare il pagamento delle quote extra. Per eventuali informazioni aggiuntive è possibile contattare il call center della compagnia, al numero 119.