Call Center truffa abbonamento

Gli operatori telefonici continuano a truffare numerosi consumatori. Le truffe online non smettono di cessare purtroppo e il numero delle vittime è in continuo aumento; la polizia postale è già a lavoro per individuare gli operatori telefonici che continuano con subdoli metodi per raggirare poveri anziani ma anche consumatori di età inferiore. I call center spesso non entrano in merito con le truffe e neanche le aziende per cui lavorano (Tim, Wind, Vodafone e 3 Italia) sono gli operatori telefonici che, a costo di concludere un contratto attuano tali metodi.

Truffe call center: i clienti Tim, Vodafone, 3 Italia e Wind colpiti nuovamente

Secondo le segnalazioni effettuare, il metodo descritto è attuato da molti operatori telefonici; i consumatori continuano ad essere truffati e a ritrovarsi legati contrattualmente con un azienda.

Secondo quanto riportano le segnalazioni, i consumatori truffati hanno ricevuto un’altra scocciante chiamata in cui: l’operatore telefonico poneva numerose domande generiche; a che scopo? Beh, ve lo spieghiamo subito: l’obiettivo dell’operatore telefonico è quello di far rispondere il consumatore con dei semplici “si” e “no” in modo tale da registrare le sue risposte. In questo modo l’operatore che non riesce a convincere il cliente ad attivare la nuova offerta, utilizza le risposte registrare per concludere ugualmente il contratto telefonico.

Leggi anche:  Unicredit, SanPaolo e BPM: truffe sui conti correnti con il riciclaggio di diamanti

I consumatori si ritrovano legati ad un azienda con un contratto che non hanno mai richiesto e difficilmente riescono a provarlo; inoltre, spesso per disdire un contratto il consumatore deve sostenere alcuni costi. Per questo motivo, si consiglia di non sottovalutare mai le chiamate dei call center perché non possiamo conoscere la persona che sta dietro quel telefono.