Numerosi consumatori si chiedono se è possibile inviare messaggi che si autodistruggono appena il destinatario lo legge; la risposta è si. C’è chi non è completamente convinto che la crittografia end-to-end protegga i nostri messaggi e di conseguenza, vuole attuare metodi più sicuri; se anche voi volete inviare uno o più messaggi che si autodistruggono allora questo è l’articolo giusto.

Autodistruggere i messaggi: ecco i modi

La prima applicazione che consigliamo di utilizzare se volete autodistruggere un messaggio è Messenger di Facebook; è un’applicazione gratuita che può essere scaricata sia su Android (clicca qui) che su Ios (clicca qui). L’utente dovrà selezionare il destinatario e visualizzare il profilo cliccando sulla (i) in alto a destra; l’app vi aprirà una finestra con una serie di opzioni e fra le tante vi comparirà “avvia chat segreta” su cui dovrete cliccare. Una volta aperta la chat segreta, vi comparirà un simbolo del cronometro dove si inserisce il testo del messaggio; cliccando sul cronometro, l’utente potrà inserire un timer per autodistruggere il messaggio inviato.

Leggi anche:  Apex Legends: il gioco sta per raggiungere i dispositivi mobile

Una seconda opzione è Wickr: un’applicazione che può essere scaricata su Android (clicca qui per scaricare) e l’utente può utilizzarla su whatsapp; l’utente, potrà inserire un timer per autodistruggere il messaggio che partirà non appena l’utente apre la notifica di messaggio.

Infine ma non meno importante, parliamo di Confide: un’applicazione gratuita disponibile sia per Apple (clicca qui per scaricare) che per Android (clicca qui per scaricare); la sua caratteristica principale è di poter inserire un timer che autodistrugge il messaggio ma si differenzia da quelle precedentemente elencate, perché se il destinatario prova a fare uno screenshot la schermata gli uscirà totalmente bianca e il messaggio non sarà visualizzato.